Materassi a Firenze

Un materasso che ci fa dormire in maniera sana ci aiuta ad affrontare le giornate con maggiore energia. Favoriamo il benessere del nostro organismo acquistando materassi certificati e di alta qualità.

I materassi in lattice sono altamente igienici (hanno proprietà battericida, germicida e fungicida), non deformabili e resistenti. In commercio sono disponibili con lattice al 100% di origine naturale, di origine sintetica o una commistione tra naturale e sintetico. Il lattice porta grande beneficio alla colonna vertebrale, in quanto permette di mantenere una linea corretta durante il sonno.

Per ottenere il massimo della comodità dalla rete di sostegno del materasso è consigliato l’acquisto di doghe pieghevoli. Le reti con doghe pieghevoli possono essere spostate secondo un’altezza personalizzabile e offrono il massimo della comodità per chi vuole distendersi a leggere o guardare la tv. Utili nel caso di problemi di circolazione sanguigna e problemi di digestione.

Una valida alternativa al cuscino in lana o piuma d’oca è quello in cotone. I cuscini di cotone sono ben tollerati dalla pelle e quindi consigliati soprattutto alle persone che soffrono di allergie. Hanno inoltre proprietà traspiranti e contrastano la presenza dell’acaro della polvere. Si prestano ad essere lavati facilmente in lavatrice o a mano.

L’aspetto igienico è uno dei motivi principali che spingono a sostituire il materasso. Infatti, anche se non è possibile verificare ad occhio nudo, i materassi sono un ricettacolo di batteri e acari che sono spesso causa di allergie. È importante dormire su un buon supporto per questo è consigliabile la sostituzione ogni 8-10 anni.

Cosa fare per smaltire il vecchio materasso? Se è ancora in buone condizioni possiamo provare a venderlo mediante un annuncio su un giornale locale o su un sito web. Offrite la consegna a domicilio per aumentare le probabilità di vendita e considerate sempre che questo tipo di materiali hanno una rendita economica piuttosto bassa.

“cerca il materasso nel tuo comune”